giovedì 17 luglio 2014

INSALATA DA TIFFANY: PERCHE' #questoepiubello


 Ecco la copertina del secondo libro dell'MTChallenge, sembra incredibile, vero? Già il secondo :-D
Non vedo l'ora di sfogliarlo perché si preannuncia ancora più bello del primo! 
Più di 50 ricette di insalate ispirate alla Belle Epoque ma anche molte altre veloci e moderne e poi i condimenti, le emulsioni, i sali aromatici, curiosità e tecniche, insomma un libro ricchissimo e vario con le splendide foto di Paolo Picciotto e le illustrazioni di Mai Esteve, Sagep editore, direzione editoriale Fabrizio Fazzari, impaginazione a cura di Barbara Ottonello, prezzo 18,00 euro.

Inoltre:
  Acquistando una copia di Insalata da Tiffany, contribuirai alla creazione di borse di studio per i ragazzi di Piazza dei Mestieri (link: http://www.piazzadeimestieri.it/), un progetto rivolto ai giovani oggetto della dispersione scolastica e che si propone di insegnare loro gli antichi mestieri di un tempo, in uno spazio che ricrea l'atmosfera di una vecchia piazza, con le botteghe di una volta- dal ciabattino, al sarto, al mastro birraio e, ovviamente, anche al cuoco. La Piazza dei Mestieri si ispira dichiaratamente a ricreare il clima delle piazze di una volta, dove persone, arti e mestieri si incontravano e, con un processo di osmosi culturale, si trasferivano vicendevolmente conoscenze e abilità: la centralità del progetto è ovviamente rivolta ai ragazzi che trovano in questa Piazza un punto di aggregazione che fonde i contenuti educativi con uno sguardo positivo e fiducioso nei confronti della  realtà, derivato proprio dall’apprendimento al lavoro, dal modo di usare il proprio tempo libero alla valorizzazione dei propri talenti anche attraverso l’introduzione all’arte, alla musica e al gusto.

martedì 1 luglio 2014

Waffles o gaufres

Waffles o gaufres? Non so se ci sia molta differenza, il succo è che finalmente ho usato l'ennesimo aggeggio comprato (nonpossostaresenza) e archiviato per diverso tempo, lo so che succede anche a voi, consolatemi.
Ho visto diverse ricette ma poi ho fatto con quello che avevo in casa (di solito ho sempre poco latte) e probabilmente devo alla fortuna del principiante il fatto che siano venute bene!
La prossima volta sperimenterò diverse alternative, magari con lo yogurt, col cacao, col salato, sì, perché so già che ci sarà una prossima volta, è una minaccia   :-D
Il sapore è abbastanza neutro e non troppo dolce, sono l'accompagnamento ideale per un gelato (ho usato questo) o delle salse e tanta frutta che le fanno diventare un dessert completo e goloso.

Ricetta delle gaufres o waffles:

1 uovo,
50 g di burro fuso e tiepido,
80 ml di latte,
120 g di farina 00,
100 g di zucchero,
1/2 cucchiaino di lievito per dolci,
mezzo cucchiaino di estratto di vaniglia o l'interno di 1/4 di baccello,
un pizzico di sale.

Separare il tuorlo dall'albume, lavorare il tuorlo con lo zucchero, unire poco per volta il burro fuso, la farina setacciata insieme al lievito, il latte, la vaniglia, il sale e infine aggiungere, mescolando delicatamente, l'albume montato a neve, la pastella sarà morbida ma non troppo liquida.
Scaldare la macchina per gaufres seguendo le istruzioni (la prima volta che si usa spennellare con burro fuso) versare poco impasto per volta e cuocere 3 o 4 minuti, togliere dalla macchina e conservare al caldo impilati. Si possono scaldare al microonde e anche congelare.
Con la mia macchinetta ne sono venuti 5 con due cucchiai di impasto ciascuno (marca Lidl).




martedì 24 giugno 2014

Menù veloce da partita


Un menù veloce e sfizioso per pensare solo alla partita!  :-D
La tv ci aspetta e in più c'è anche il caldo a toglierci la voglia di cucinare, meglio preparare piatti freschi ma golosi quanto basta.
Ho cotto delle focaccine integrali e le ho farcite con filetti di peperoni scottati e conditi con una salsina al basilico e olio d'oliva extravergine, che profumo!
Per concludere una cheesecake leggera fatta con meringa italiana e formaggio cremoso, con biscotti al cacao e pesche gialle mature. Buon pomeriggio!!!



Focacce semi-integrali

200 g di farina 0,
200 g di farina integrale,
100 g di farina manitoba,
300 g di acqua circa,
10 g di sale,
1 cucchiaino di zucchero o miele,
3 cucchiai di olio evo,
1 cucchiaino raso di lievito di birra disidratato oppure mezzo cubetto di lievito di birra fresco.

per l'emulsione:
3 cucchiai di olio evo,
3 cucchiai di acqua,
sale dolce di Cervia medio fine integrale (oppure sale grosso).

per completare:
Fette Morbidissime Camoscio d'Oro,
un peperone rosso,
un peperone giallo,
olio evo,
basilico fresco,
pecorino stagionato.

Per le focacce mettere gli ingredienti, tranne il sale, nella planetaria con il gancio a foglia o K, (o in una ciotola per impastare a mano). Fare andare a bassa velocità per pochi minuti, mettere il gancio per impastare  unire il sale e impastare ancora un po' (se serve aggiungere acqua). Si può usare anche la macchina del pane con il programma solo impasto.
Coprire con pellicola trasparente e lasciare lievitare circa tre ore o fino al raddoppio del volume.
Formare dei dischi di impasto (circa 8-9) e adagiare su una teglia da forno ben oliata oppure ricoperta di carta-forno, coprire con l'emulsione e il sale, fare dei buchi nell'impasto con le dita lasciare lievitare altri 30 minuti o un'ora e infornare a 200°C fino a doratura.

Pulire e lavare i peperoni togliendo i semi e le parti bianche interne, tagliare a pezzi per il lungo e sistemare su un piatto adatto al microonde, chiudere con un secondo piatto e cuocere al microonde alla massima potenza per diversi minuti fino a cottura, lasciare intiepdire e togliere la pelle, formare dei filetti.
Preparare la salsa frullando il basilico pulito e asciutto insieme all'olio e a poco pecorino stagionato, usare per condire il panino.




Cheesecake leggera con pesche:

12 biscotti al cacao,
300 g di formaggio spalmabile Camoscio d'Oro,
100 g di albumi (circa 3),
150 g di zucchero semolato,
due o tre pesche gialle mature,
succo di limone,
un bicchierino di marsala.

Sbriciolare i biscotti all'interno dei  6 bicchierini (due ciascuno) e bagnarli con acqua e marsala. Preparare una meringa italiana: montare gli albumi a neve e intanto scaldare lo zucchero con 50 g di acqua in un pentolino dal fondo spesso, quando lo zucchero avrà raggiunto i 121°C versare sugli albumi continuando a montarli con le fruste e facendoli intiepidire. Amalgamare il formaggio e la meringa. Distribuire il composto all'interno dei contenitori e coprire con uno strato di pesche tagliate adadini e condite con succo di limone, conservare in frigo.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails